Pensiero Visivo è stato proposto dall’artista Umberto Gorirossi il 28 giugno del 2011 presso il MAC – Museo di Arte Contemporanea di Capua, con l’intento di rispondere alla domanda che molti oggi si pongono “Che cos’è l’arte contemporanea?“.

Pensiero Visivo è un movimento artistico – culturale, che intende fornire all’osservatore, una chiave di lettura in più dell’opera, attraverso uno scritto. Il fine è quello di emozionare con la visione del Pensiero dell’artista.

È una proposta davvero interessante, considerato che gli artisti contemporanei hanno, generalmente, una forte risonanza mediatica, mentre il loro lavoro – apparentemente criptico ed elitario – è circondato da un’aura di mistero, alla cui comprensione sembrano ammessi solo pochi eletti. Alla base di questo nuovo incontro c’è la convinzione che l’arte contemporanea può invece essere raccontata con semplicità facendo emergere direttamente i riferimenti personali, ma anche sociali dell’artista.

L’attuale arte contemporanea usa la sensibilità del fruitore tendendo ad emozionarlo con figure, colori e tecnica.

Il nuovo movimento invece ha lo scopo di emozionare  esclusivamente con il concetto e utilizza figure colori e tecniche per esprimere il pensiero e per rapportarsi al fruitore.

Quindi un movimento che tende ad inserire nelle opere filosofia, aspetti dell’animo umano e il coinvolgimento della psiche.

L’opera d’arte parla da sé: si può toccare a distanza attraverso la voce, la personalità e lo scritto di chi l’ha prodotta.

Annunci